Archivi tag: Alexander McQueen

Vetrine londinesi: Harvey Nichols celebra Alexander McQueen

Vetrine londinesi: c'è Alexander McQueen da Harvey Nichols

Vetrine londinesi: c'è Alexander McQueen da Harvey Nichols

Come in molti saprete, il Metropolitan Museum of Art di New York, sta dedicando una retrospettiva al genio anarchico di Alexander McQueen, stilista tanto apprezzato in vita quanto, come spesso succede, esageratamente compianto da morto.

Tra i paesi più “agguerriti” in fatto di celebrazioni, l’America, che rubando la scena e l’iniziativa all’Europa (e soprattutto all’Inghilterra, che madre di questo designer, non ha ancora celebrato il suo  amato stilista), ha organizzato per prima una grande mostra.

Se i musei latitano, le vetrine londinesi no, che in contemporanea all’esibizione di New York, hanno dedicato spazio alla moda di McQueen.

Continua a leggere

Annunci

3 commenti

Archiviato in Pendenti, Vetrine

Tutti parlano di: Louboutin Vs. YSL; Lagerfeld e Diet Coke; Barneys e McQueen

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Una serie di notizie leggere, viste le temperature estive che incoraggiano il pettegolezzo.

Christian Louboutin, il famoso disegnatore di scarpe dalla suola rossa, ha fatto causa a YSL per un milione di dollari. Sembra infatti che la casa di moda francese abbia realizzato una serie di scarpe dalla suola di un colore rosso molto simile a quello di Louboutin. E dato che il medesimo ha registrato negli Usa questo tipo di “invenzione”, ha deciso di prendere vie legali.

La confusione potrebbe effettivamente generarsi e YSL poteva proporre un colore diverso, al di là dell’effetto che il rosso genera sul suolo, certo però che ce ne vuole di coraggio per appropriarsi di un colore (anche se utilizzato in un contesto particolare) e farlo proprio.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Chiacchiere di moda

McQueen and I, la vita artistica di Alexander McQueen

Spero sia visibile a tutti, e non solo ai residenti britannici.

Trasmesso da Channel 4 pochi giorni fa, McQueen and I, è il documentario sulla vita artistica di Alexander McQueen. Con estratti delle prime collezioni, l’inglesaccio dell’East London, l’amante dell’effetto shock, di estrazione working class (anche se poi, di famiglia meno povera di quello che si è voluto far credere, comunque figlio della piccola borghesia, padre tassista, madre insegnante), si trasforma in un artista del genere cupo, residente di abitazioni posh.

Estratti delle prime collezioni si alternano ad apparizioni di Isabella Blow, commenti di giornalisti (Suzy Menkes), ex collaboratori (Catherine Brickhill), testimonianze di amici, modelle (Jodie Kidd), amanti e parenti (il fratello Michael).

Lascia un commento

Archiviato in Fashion Film

Alexander McQueen: fiori, teschi e farfalle

Anello Alexander McQueen

Anello Alexander McQueen

Curiosando tra scaffali veri e scaffali virtuali, ho notato che alcuni brand propongono per la primavera/estate, il tema floreale.

E proprio mentre mi trovavo da Matches, ho visto i nuovi anelli di Alexander McQueen, che non si è fatto sfuggire l’occasione di trasformare i fiori in piante carnivore. Grandi, devo dire, anche troppo. Per quanto belli si corre il rischio di trovarli poco pratici. Mentre c’è qualcosa di Hirst nei suoi teschi con farfalle.

Questa cosa degli skull la trovo un po’ ripetitiva, ma forse diventerà un suo classico, visto che la ripropone ormai da tempo. E non è neanche più gotica. La nota romantica dei fiori, gli dona un sapore Art Nouveau. Ma scommetto sul suo successo. C’era fila per i saldi da McQueen.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Anelli, Gioielli Donna Stile Gothic

Il teschio alato della discordia: Hell’s Angels Vs. Alexander McQueen

Il teschio alato della discordia: Hell's Angels Vs. Alexander McQueen

Il teschio alato della discordia: Hell's Angels Vs. Alexander McQueen

Alexander McQueen è morto, ma la casa di moda continua e così si è trovata ad affrontare una eredità pesante e una causa inaspettata, inoltrata dagli Hell’s Angels. La questione ha riguardato il simbolo adottato dallo stilista, ovvero il teschio con le ali, su cui il gruppo storico dei biker ha diritto di copyright-commercio-uso (non so bene). E avendo tale diritto ha fatto causa alla McQueen. E ha vinto. Ora si devono discutere i termini, se cioè gli oggetti che riportano il marchio dovranno essere distrutti (non è chiaro in che termini, ad esempio per quelli venduti) o meno.

Un po’ gli sta bene alla casa di moda. Solo pochi giorni fa il designer Jany Temime, era stato accusato dalla McQueen di aver copiato un abito della collezione ’08, per una scena dell’ultimo film girato di Harry Potter.

Alexander McQueen di teschi ne ha disegnati così tanti che è difficile capire a quale modello ci si riferisca, ma credo di aver intuito che sia questo tipo di teschio alato (gli altri teschi sono salvi!).

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Chiacchiere di moda, Gioielli Donna Stile Gothic

Trend tessuti stampati: il fascino della corona (inglese)

Il fascino della corona: stola Alexander McQueen

Il fascino della corona nel XXI secolo.

Con il ritorno dei tessuti stampati, il soggetto preferito da alcuni stilisti (non necessariamente anglosassoni), sembra essere la corona (nella figura della regina Elisabetta II) e la Union Jack (la bandiera inglese).

Non credo di aver visto nessun altro simbolo così tanto utilizzato, e soprattutto di un’unica nazione. Non tutti hanno una regina, ma una bandiera sì. Eppure pochi paese possono vantare una simile venerazione. Potere dell’ex impero…

E’ vero che svuotati dei loro significati i simboli non rappresentano che mode passeggere, ma l’aristocrazia, qui nella sua massimo figura, esercita ancora il suo fascino. Stento a crederlo, ma mi rendo conto che è così. Perché all’essere umano piace sognare, ma anche perché la monarchia corrisponde all’identità della nazione che rappresenta.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Chiacchiere di moda, Trend Alert

Alexander McQueen: morto il re, si continua con i teschi

Creazioni Alexander McQueen

Visto il successo del tema teschio, anche dopo la scomparsa dello stilista, Alexander McQueen, la casa di moda ha deciso di proseguire con il tema: presagio di morte. E ha proposto per l’inverno 2010 la stessa cosa della stagione precedente, anelli e bracciali con teschio. Gli ha messo le corna, l’ha colorato, ma lo stile è quello.

Ora, Roma, Milano, Parigi, non saranno invase da McQueen come Londra (era la città dello stilista), ma qui i suoi gioielli sono davvero proposti nei negozi più di tendenza (Feathers, Matches, Browns, Harrods, Harvey Nichols, Liberty). Il che è un bene e un male. Data la richiesta sono disponibili, ma tendono a stancare, te li trovi dappertutto.

Sono molto appariscenti e grandi. Il tetra-anello, devo dire che non mi ha entusiasmato per niente. Lo pensavo più bello, invece mi sembra molto grossolano.

p.s. e comunque che siano teschi, vertebre, scheletri, non solo c’è un ritorno delle ossa (che avevano dato l’illusione di essersene andate), ma per esaurire il filone, c’è un invasione delle ossa! Dai gioielli agli accessori, dall’haute couture al prêt-à-porter.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Anelli, Bracciali, Gioielli Donna Stile Gothic