Archivi tag: accessori in porcellana

I frammenti in porcellana di dani m

Collana di dani m

Collana di dani m

Prima della California, sognavo l’Australia (ma poi succede che a forza di sognare, anche il sogno passa di moda e si cerca altro. Quindi aspetto il dopo California…).

Stili diversi, paesi diversi, ma spirito eco-mistico che ho ritrovato in dani m, la linea di gioielli disegnata da Danielle Maugeri.

Il cristallo è stato ripensato in modo spiritoso, colorato e in porcellana. Materia utilizzata in grande quantità dalla designer di Melbourne. L’oro e l’argento sono invece impiegati in gioielli stile Art Déco.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Stile New Age

I gioielli in porcellana di Kilian Schindler

Creazioni di Kilian Schindler

Creazioni di Kilian Schindler

Rigore e purezza per i pochi gioielli che l’industrial designer Kilian Schindler disegna. Catene di grande spessore e anello chevalier con iniziale incisa.

Lineari, duri, sembrano scolpiti nella pietra. Sono in porcellana bianca o nera, e realizzati su richiesta.

Catena in porcellana bianca di Schindler + catena in pelle nera di Natalia Brilli = attrazione degli opposti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Anelli, Collane, Gioielli Donna Stile Classico

Oohhh, i gioielli in ceramica e porcellana di Lok Ming Fung

Creazioni di Lok Ming Fung

E chi mi sembra aver trovato il giusto equilibrio tra, stile originale e spirito pratico, è Lok Ming Fung, designer inglese di origine cinese. Un’originale scoperta di Origin!

Nella loro semplicità i gioielli che realizza la Fung sono eleganti e non comuni. La ceramica o porcellana assume le sembianze di una spora vegetale che si espande, modificandosi in forme sempre diverse. Essendo infatti realizzati a mano, per quanto simili, i pezzi differiscono per forma, uno dall’altro. In più la Fung aggiunge colore, diversificando ulteriormente il prodotto.

Splendida la forma, ottimo il prezzo per un bijoux non pretenzioso, ma comunque ideato e realizzato a mano. Circa 20 sterlina a pezzo. E il titolo è fantastico: Oohhh.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Craft, Spille

La porcellana anticata di Iggy and Lou Lou

Creazioni di Iggy & Lou Lou

Come tesori sotterrati e riemersi per caso, sembrano arrivare dal passato i bijoux di Iggy & Lou Lou. Come le cose antiche hanno l’aspetto usato, ma sono assolutamente nuovi e di oggi. Sono realizzati a mano in porcellana, e l’aspetto vintage è dovuto alla cottura che richiede vari gradi di lavorazione. I pezzi riproducono soggetti vittoriani e memento mori che ricordano, a chi ogni tanto se lo dimentica, che la vita è breve.

Ti aspetteresti dopo questa descrizione un qualche cupo artista inglese, ti ritrovi con il nome di una designer australiana, Irene Grishin-Selzer. A me l’Australia fa pensare al sole e al mare, ma evidentemente lo spirito di cultura anglosassone si avverte anche sotto l’ombrellone.

Dal 2003, insieme a Peter Selzer, la designer realizza una collezione all’anno in edizione limitata. Non potevano mancare i teschi ma ci sono anche pistole, maschere, croci, carte da gioco. I charm, da portare come amuleti, sono infilati su catenina d’argento. E il prezzo è assolutamente ragionevole.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Vintage

I Care A Lot: progetto/mostra online di gioielli per il Medio Oriente

Creazione di Barbara Deriemaeker

Dalla Svezia, I Care A Lot, un progetto non-profit nato nel 2009 che ha utilizzato il gioiello come medium, mezzo, per sottolineare la questione del Medio Oriente. Ma quanto fantastica è questa idea? Vedere il corpo come veicolo per mostrare pezzi che riflettono gusti personali e mode, ma anche messaggi sociali e politici?

L’ho scoperto tardi per parlare del concorso, le cui iscrizioni sono terminate mesi fa, ma ancora in tempo per parlarne, visto che i gioielli selezionati stanno facendo il giro d’Europa, con una mostra itinerante. A maggio in Germania, a settembre in Svezia e poi in Portogallo. E poi c’è l’esposizione online.

Alcuni di questi lavori, esprimono attraverso forme particolari, e materiali inusuali, concetti complessi. Più che il gioiello o meglio, non solo quello, ciò che colpisce è il pensiero che dà vita alla forma. Dalle lacrime di Barbara Deriemaeker allo sterco di cammello di Claire Baloge alle gocce di sangue di Kristina Lugonja, sono gioielli più artistici che non commerciali (questo apre un altro tipo di problema, perché vederli in mostra o appesi alle pareti è un conto, indossarli è un altro, e quando mi capita di vedere cose di questo genere, rimango impressionata ma anche perplessa, come al New Designs 2010).

A qualcuno interessa la questione del Medio Oriente? a qualcuno poco, ma a qualcuno tanto.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Stile Concettuale, Gioielli per il corpo

Li Xiaofeng: dagli abiti porcellana alla polo Lacoste

Creazione di Li Xiaofeng

Difficilmente ho visto degli abiti più belli. Per scelta dei colori, e ovviamente per scelta dei materiali: resti, cocci, frammenti di porcellane della dinastia Qing, che l’artista Li Xiaofeng salda insieme. Un processo laborioso che richiede svariati mesi. Chiaramente degli oggetti d’arte, non degli accessori da indossare.

Lacoste ha commissionato all’artista la polo più costosa mai vista, che segue lo stile degli abiti per cui Xiaofeng è famoso. Ma ha poi richiesto la sua collaborazione per la Lacoste Holiday Collector’s Series 2010. Il risultato sono stampe fotografiche su tessuto di cotone, che possono sembrare molto meno spettacolari rispetto all’originale, ma il cui dettaglio di stampa è davvero bello. Forse quello che trovo limitativo è il design della polo. Fosse stato un abito, una gonna, l’effetto avrebbe acquistato un valore maggiore. Probabilmente questo risultato rende accessibile, in termini di uso e costi, la collezione che rimane comunque limitata ad una tiratura di 20 mila copie (uomo/donna).

E quest’idea di Lacoste, sta facendo il giro della blogosfera (blog di moda però, perché a livello di blog d’arte e di desigh, Xiaofeng era già noto), visto l’aspetto sofisticato e “avanti” del fashion brand. Molti dettagli della storia su Stylites.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Chiacchiere di moda

Le catene in porcellana Limoges di Olivia Monti Arduini

Creazioni di Olivia Monti Arduini

Qualche settimana fa, avevo parlato di vecchi rincontri virtuali a proposito di una ex collega di lavoro, tornata al mondo creativo dei tempi universitari (Central Saint Martins), quello del lavoro manuale e della ceramica. Ritrovarsi ad occuparsi della stessa materia anche se in modo differente (lei pratico io teorico), è proprio una buffa coincidenza, considerando che non era questo l’ex ambito lavorativo.

Venendo al tema che più ci interessa, quello dei gioielli, la designer, Olivia Monti Arduini dopo essersi avvicinata alla ceramica, ora si occupa (quasi esclusivamente?) della porcellana. La lavora a mano cuocendola ad alta temperatura, ma non la smalta, perché tanto si vetrifica, assumendo in questo modo un risultato opaco molto elegante. I pezzi risultano così leggeri ma resistenti (nel senso che non sono fragili, ma certo non devono cadere per terra).

E quello della leggerezza è l’effetto che percepisco a distanza, toccando la materia mi aspetto che sia levigata ma non scivolosa, con un sottile tintinnio di fondo quando la si picchetta.

Tra le varie cose, personalmente trovo molto belle le collane a forma di catena. Sono i pezzi più originali, in cui si mescolano tradizione (forma classica intramontabile) e innovazione (porcellana Limoges). La purezza del bianco per me è imbattibile (e dopo aver visto Margiela, è il mio nuovo black), ma l’accostamento al colore effetto cipria non è affatto male (combinazione di ossidi puri e coloranti direttamente nell’impasto).

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Craft