Archivi tag: accessori in lana

Una storia di recupero: le fumne e i gioielli craft

Spilla Fumne

Spilla Fumne

Anche nel carcere di Torino, si recuperano materiali.

L’associazione lacasadipinocchio porta avanti un progetto con un gruppo di donne della casa circondariale, le fumne, che lavorano materiali di scarto insieme a prodotti semilavorati in comunità di lavoro in paesi in via di sviluppo, per realizzare bijoux craft.

Ognuno di questi gioielli, oltre ad esprimere unicità, ha una storia da raccontare, che viene descritta nel cartellino che lo accompagna, dove sono indicati materiali impiegati, ore di lavoro, numero di archivio.

Il progetto si propone diversi obiettivi. A quello propriamente creativo e ricreativo, si aggiunge quello di insegnare e trasmettere un lavoro remunerativo, attività quest’ultima indispensabile, per una possibile reintegrazione di queste donne.

Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Craft, Spille

I guanti con anello di Marie-Hélène de Taillac

Guanti di Marie-Hélène Taillac

Guanti di Marie-Hélène Taillac

Avevo parlato di lei, per via dei bellissimi anelli che crea.

Ne ha parlato di lei, Mark Tungate, che in Luxury World, la definisce una gemma del gioiello di lusso per la vita di tutti i giorni, insieme a Lorenz Bäumer.

Ne parlano di lei, riviste e blog, per via di un paio di guanti da poco in commercio.

Marie-Hélène  de Taillac, parliamo tutti di lei.

Se gli anelli non sono economicamente accessibili per tutte, i guanti, anche se versione semplicistica delle sue creazioni, sì. Ma che cosa hanno di particolare? In un progetto realizzato in collaborazione con Cattani ed Emanuela Calvi e LesageIl, la Taillac ha decorato il cashmere con un anello veramente finto. E c0sì, un modello di guanti colorati lunghi, diventa un accessorio simpatico.

In esclusiva su E+J.

Lascia un commento

Archiviato in Gioielli Donna Craft, Guanti

Da un gomitolo, la catena di lana

Catena di lana

Bracciale catena con la lana

Per fare una catena di lana…ci vuole il filo.

L’idea è semplicissima, per chi sa lavorare la maglia. L’idea è complicatissima, per chi non sa lavorare la maglia.

Appartenendo alla seconda categoria, non posso fare un post D.I.Y. sulla materia, ma ho visto questa catena insieme a tante altre colorate, e mi è piaciuta molto. E può essere di ispirazione per chi sa usare i ferri, oltretutto con un costo irrisorio.

Unita a quelle vere, in oro o argento, sta benissimo.

4 commenti

Archiviato in Bracciali, Gioielli Donna Craft

Dolcetti e altre storie di cucina crochet di Deferrari+Modesti

Kitchen Stories by Deferrari+Modesti

Kitchen Stories by Deferrari+Modesti - Foto di Valentina Muscedra

Te lo dò io il macaron Ladurée!

Tornerò sul dolcetto più marketizzato della storia, volontariamente dal brand involontariamente dalle fashion blogger, ma intanto parlo delle cupcakes il mio dolcetto preferito molto in a Londra (anche se di tipo casalingo, perché non vedo brand che ne hanno fatto, un loro prodotto).

Ma di che tipo di cupcakes voglio parlare? Ma di quelle crochet, ovviamente! Perché adoooro quelle zuccherose, ma ancora di più quella di lana di Deferrari+Modesti.

Kitchen Stories sono storie di cucina che raccontano, attraverso i ferri e l’uncinetto, cannoli, gelati, lecca lecca, uova al tegamino. Ecco, le carote, i vegetali che fanno tanto bene, ecco, ve le lascio a voi, ah-ah.

Storie di cucina, ma anche storie di strani percorsi di vita. Due architetti che cucinano dal 2009, dolcetti-bijoux di lana.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Gioielli Donna Craft, Spille

L’arte del knitting: il fascino dei gomitoli craft

Gomitolo craft Knit Collage

Non ho potuto resistere al fascino dei gomitoli craft di Knit Collage, Habu e Ozark Handspun. Non ho scoperto tardivamente il fare maglia, ne parlo da un po’ e sono ben consapevole del ritorno che la materia sta avendo ormai da alcuni anni. Ma non avevo mai visto in Italia e anche qui in Uk, dei gomitoli così belli e particolari.

Avevo parlato del negozio Loop di Camden Passage. E’ lì che ho trovato questi filati realizzati a mano in sperdute fattorie del Giappone, di Hong Kong e di altri paesi (spesso di origine asiatica). Non sapevo neanche di questa tradizione orientale o che ci fosse un mercato così di nicchia relativo ai fili.

Loop ne ha diversi, arrivati da varie parti del mondo. Ottimo modo per differenziarsi ed essere competitivi in un mercato affollato di tutto e di più. Come ogni cosa particolare, artigianale, esotica, direi di lusso, il prezzo di ciascuno gomitolo è elevato. Ma, vista la particolarità è indicato per piccole sciarpe, guantini, cuffiette o deliziosi gioielli. Ed è così e da questi, che ho ripreso in mano dopo anni, i vecchi ferri del mestiere, ovvero ferri e uncinetto. E naturalmente anche questi particolari. Le volte che mi sono avventurata nel settore, ho sempre usato bastoni classici, di ferro o plastica. Mai in bambù come quelli che ho trovato leggerissimi e maneggevoli.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Chiacchiere di moda, Fenomeni ispirazionali

Le spille in lana e tessuto Liberty di Amanda Fatherazi

Creazioni di Amanda Fatherazi x Liberty

Designer specializzata in tessuti, Amanda Fatherazi ha uno stile retro, che prende ispirazione dalle dive noir degli anni ’30, ’40 e ’50. Il portfolio comprende poche cose, ma penso che sia agli inizi della sua carriera.

Ha sviluppato con Liberty una buona collaborazione, probabilmente dovuta al materiale impiegato. E per lo store di lusso ha creato una micro collezione di spille rifinite a mano, in lana e tessuto Liberty Tana Lawn, dedicate alla Swinging London di Carnaby Street (che festeggia i 50) e alle fashion icon dell’epoca. E giustamente ognuna porta un nome proprio: Barbara, Brigitte, Lesley e Mary.

Quanto sono carine.

2 commenti

Archiviato in Gioielli Donna Craft, Spille

I gioielli knitting di Pristine Smut

Creazioni di Pristine Smut

Il sito non è aggiornato e le notizie che ho raccolto sono recenti ma non recentissime. Questo vuol dire che non trovo immagini dei bijoux che siano di ora, ma è tanto per far vedere in cosa consistono i pezzi di Pristine Smut, brand avviato da due ex della Central Saint Martins, Rosie Kent e Liria Pristine.

I gioielli sono favolosi, fantasiosi ma affascinanti, lavorati con la tecnica del knitting. Sembrano dei costumi di scena che si riescono ad indossare quasi in modo casual (ma non si passa inosservati).

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Gioielli Donna Stile Avanguardia, Gioielli per il corpo