Archivi categoria: Gioielli Donna Pop Voodoo

Arachne: il memento mori di Jolita Jewellery

Anello di Jolita Jewellery

Anello di Jolita Jewellery

Li ho adocchiati prima casualmente navigando su Not Just  A Label, poi un po’ più dettagliatamente su Boticca.

I gioielli di Jolita Jewellery sono volutamente appariscenti, particolari, grezzi, la cui forma e il cui stile mi ricordano accessori rituali. In parte questo è dovuto al processo produttivo. I gioielli sono infatti realizzati a mano con tecniche di lavorazione antiche.

In particolare la mia attenzione è ricaduta sulla collezione Arachne, fatta di anelli che inglobano pietre dure e teschi, annodati con cotone o seta. Meno aggressivi ma comunque annodati, risultano anche i bracciali.

Tanta originalità creativa è frutto del lavoro di Algis Abromaitis e Jolita Abromaityte, fratello e sorella (uno crea e l’altra promuove).

Per donne che subiscono il fascino del lato oscuro.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Anelli, Gioielli Donna Pop Voodoo

Solange Azagury-Partridge: regina di cuori sanguinanti per Red

Solange Azagury-Partridge x Red

Il cuore sanguinante di Solange Azagury-Partridge x Red

Ancora prodotti+beneficenza in questo dicembre 2010; ancora gioielli a forma di cuore.

Pur essendo nota come regina del punk, il cuore cupo di Vivienne Westwood era tranquillo rispetto a quello sanguinante di Solange Azagury-Partridge, che per Red e per il secondo anno, partecipa con un suo pezzo all’evento benefico.

Il pendente è in realtà diventato un classico delle sue collezioni, ma lo ha rilanciato in edizione speciale. Argento laccato di rosso, per dare l’idea di un cuore palpitante che ha la forma di un organo umano, più che l’aspetto romantico con cui normalmente lo riconosciamo.

Non so il prezzo, non è scritto da nessuna parte, ma il 50% del ricavato andrà alla buona causa, che mi sembra una cosa giusta (anche se la Westwood è ancora più brava, donando l’intero ricavato alla sua causa).

Per gusti personali, quello della Azagury mi piace di più, ed è in asse con lo spirito dei tempi, ma il prezzo è il suo limite.

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Pop Voodoo

Pop-dark e couture dark: il ritorno delle ossa

La mia Vanities

Ups, l’ho fatto di nuovo. Quando dico che un trend sta morendo (mai termine più appropriato), ricasco in pieno nella moda, e mi prendo qualcosa che riproduce lo stile. Ovvero il ritorno del teschietto. Confermo l’abuso, ma anche che vederlo infilato come perlina in un nastro colorato, nella sua semplicità, ha riacceso il mio interesse (probabilmente se fosse stata una manina di fatima sarebbe stata la stessa cosa. Mi piace la combinazione degli opposti, tessuto colorato e charm grezzo).

Teschietto mio a parte, Riccardo Tisci per Givenchy ha stranamente ceduto al fascino del dark, presentando a Parigi una collezione haute couture con teschi, ossa, vertebre. Ma non tanto disegnate nella stoffa, quanto intrecciate e decorate sul dietro degli abiti. Il risultato per quanto spettacolare, è un po’ inquietante, e visto il tipo di prodotto e prezzo, mi chiedo: incontrerà i gusti della privilegiata clientela? La creatività e la sperimentazione si addicono all’alta moda, e sicuramente personaggi come Daphne Guinness potrebbero andarne pazze, ma esaurita l’onda emotiva e spettacolare e allargando il discorso ad un mercato più ampio e di massa, è veramente quello che le donne cercano? O è solo un esercizio stilistico che piace ai creatori di moda, per colmare le loro ambizioni/insoddisfazioni artistiche? Questo al di là che lo stile proposto da Tisci sia o non sia “in” e possa o meno generare una tendenza.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Bracciali, Gioielli Donna Pop Voodoo

Lo stile da fiaba macabra di Cat Priem

Creazioni di Cat Priem

E’ un racconto fiabesco di tipo macabreo quello di Cat Priem, designer di gioielli olandese. Apparentemente romantici, i gioielli rivelano, accanto a perle, piume, argento e oro, un lato cupo fatto di piccoli scheletri. Sono le vittime del predatore più pericoloso in natura, il gatto. Il titolo Trophies of a Serial Killer, rende molto chiaro il concetto della collezione. Li trovo molto ironici e giocosi, anche se terribilmente cari (come vedo dall’e-shop di Luisa Via Roma). L’evoluzione romantica dello stile dark del memento mori.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Collane, Gioielli Donna Pop Voodoo

Delfina Delettrez, l’anello/unghia, lo smalto e Opening Ceremony

Creazioni di Delfina Delettrez

Sono contenta di avere nella mia collezione di accessori, un bracciale e una collana di Delfina Delettrez, perché credo che in futuro non me li potrò più permettere, visto che la designer sta diventando una vera star, e visto che crea gioielli sempre più preziosi, costosi e …stravaganti (tipo l’anello/unghia a cui si può mettere lo smalto). E per rimanere nel tema creepy degno di Halloween, la designer ne ha realizzati alcuni speciali solo per il concept store newyorkese Opening Ceremony.

Comunque eccessivi o no, i suoi pezzi mi piacciono tantissimo e li vorrei (quasi) tutti.

Aggiornamento: ho trovato il negozio della Delettrez a Roma. Si trova a via del Governo Vecchio 66, ma secondo me ha aperto da poco, perché in altre occasioni non l’avevo visto o trovato. Se non fosse che ci sono insetti in tutte le forme (da quelli veri incorniciati a quelli scolpiti), più che un negozio potrebbe sembrare una bomboniera. E’ vero cha al posto dei bon-bon ci sono animali di vario genere, ma ci sono anche vetrinette e velluto. Questo bon-bon delizioso offre gioielli inquietanti quanto cari. E a proposito dell’anello a forma di unghia, in vetrina viene venduto in una confezione con smalto. E c’è anche la versione manina con cinque dita. Incredibile.

Via | Vogue.com

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Anelli, Bracciali, Collane, Gioielli Donna Pop Voodoo

Le preziose figure buffe di Jean-Paul Goude per Fred

Jean-Paul Goude

Creazioni di Jean-Paul Goude per Fred

Molto carini e poco economici (una media superiore ai mille euro) i pendenti che Jean-Paul Goude ha realizzato per Fred. Figure umane piuttosto buffe, in oro, perle e smalto create nel 1979 e riproposte in versione modernizzata.

Goude è un artista poliedrico più che un jewelry designer, che ha collaborato anche con Chanel. Su Collette una preview dei gioielli.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Gioielli Donna Pop Voodoo, Gioielli Uomo Pop Vodoo, Pendenti

Le bambole collane Pop Voodoo di minaPoe

Creazioni minaPoe di Mina d'Ornano

Creazioni minaPoe di Mina d'Ornano

Pop Voodoo per me è la definizione giusta per questi accessori con bambole di pezza che realizza Mina d’Ornano nella linea minaPoe.

Personaggio eclettico con un passato da attrice, sceneggiatrice, regista, Mina d’Ornano ha avviato l’attività di designer nel 2002 realizzando accessori molto teatrali con stoffa, crochet, stracci, perle, pietre dure. I pezzi che sono più conosciuti sono quelli con le bamboline, inquietanti per due ragioni: per il disegno (assomigliano a delle bamboline voodoo da film horror che ti aspetti possano sbucare dal buio, mentre in questo caso ti attaccano direttamente alla gola visto che sono collane); per il costo (988 euro circa).

Dato che lo stile viene definito bohemian chic di lusso e ne parlano, vendono e-mag e siti di lusso, mi chiedo ma è vero lusso? Il fatto che siano fatte a mano, inusuali, lontano dal gusto di massa, costose, le rende necessariamente di lusso? Perché è vero che il lusso spesso si accompagna all’esclusività, ma non vorrei che per ritagliarsi a tutti i costi una nicchia si sconfinasse nella stravaganza, nella cattiva imitazione di Tim Burton, o peggio ancora, nella manifestazione eccessiva del proprio ego (cosa che spesso i super-ricchi-privilegiati per noia fanno). E mi sembra anche una forzatura sentirne parlare bene da siti e riviste che si definiscono di lusso solo per non essere esclusi dal club.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Bracciali, Collane, Gioielli Donna Pop Voodoo