Shop Alert: Crazy Pig Designs

Shop Alert: Crazy Pig Designs

Shop Alert: Crazy Pig Designs (qui in versione doppia)

Se amate The Great Frog, amerete anche Crazy Pig Designs, il negozio di gioielli dark-rock per veri biker, nato da una costola indiretta del primo. Armand Serra, disegnava gioielli per il negozio di Carnaby Street, prima di avviare il suo spazio. E prima ancora lo faceva per i cantati di vari gruppi della scena rock musicale, che gli commissionavano pezzi. E prima ancora suona lui stesso.

Prima dell’ondata modaiola verso teschi e ossa, prima che designer di varia bravura si avventurassero nel genere, c’erano loro. Occhi, skull, vertebre, figure animali, erano e sono temi che si trovano ampiamente rappresentati in questo spazio dagli anni ’90 e da The Great Frog anche prima. Più guardo questi gioielli, più penso che le varie Delfina Delettrez non fanno altro che scopiazzare, pure malamente, il genere di altri. Solo che hanno pubblicizzato, molto ampiamente, queste loro “abilità”.

Anelli di Crazy Pig Designs

Anelli di Crazy Pig Designs

Cosa: gioielli dark-rock in argento, oro, platino

Chi: Crazy Pig Designs

Dove: 38 Short’s Gardens, London Wc2 H9AB

Cosa trovare/nomi/stile: gioielli artigianali dallo stile cupo, dal design cattivo, dalle forme originali. E con prezzi più contenuti di molti altri designer dell’ultima ora

Anelli di Crazy Pig Designs

Anelli di Crazy Pig Designs

Advertisements

4 commenti

Archiviato in Shop Alert

4 risposte a “Shop Alert: Crazy Pig Designs

  1. Lucia

    Basta essere figli di qualcuno, come nel caso della Delettrez , figlia della Venturini Fendi , che non solo si permette di scopiazzare ogni cosa senza ritegno, ma ha ovviamente una visibilità talmente alta da oscurare
    veri creativi poco conosciuti…
    Questa realtà finto-creativa fatta da figli di benestanti annoiati che riempiono le pagine dei magazine e dei blog con i loro prodotti copiati è davvero disgustosa !
    E quanti ce ne sono !!!
    L.

    • in parte c’è anche responsabilità nostra come pubblico, se questo avviene. Perché siamo attratti dai figli di, dalle celebrity. Perché siamo “ignoranti”, nel senso che abbiamo una conoscenza limitata. Quindi se vediamo qualcosa che ci sembra nuovo, gli andiamo subito dietro senza sapere che c’è un prima, vero motore innovatore. Il filone dark che molti designer hanno ripreso, facendolo conoscere alla massa, prima lo realizzavano in pochi che erano però noti ad una nicchia. E poi le riviste che fanno passare per incredibili cose mediocri e parlano solo di alcuni nomi. Che siano italiane che siano straniere, il risultato è lo stesso, della Delettrez parlano in molti. Le sue cose più le vedo, più le trovo fatte male e simili alle sorprese giocattolo. Ma intanto il suo nome gira e si vede nei concept store di lusso. Però, anche se non così pubblicizzati, altri designer con più fatica, molta fatica, ogni tanto si fanno vedere. Ma lo sappiamo che il “talento” è proporzionato alle persone che si conoscono.

  2. detta

    – Il “talento” è proporzionato alle persone che si conoscono. – Da incorniciare!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...