I 10 tagli di capelli top della storia moderna

I 10 tagli top della storia moderna

I 10 tagli di capelli top della storia moderna

Forse qualcuno l’ha già stilata, perché ci sono cose che mi sono tornate in mente mentre digitavo sulla tastiera. Ma ho buttato giù le mie idee, sostenute dall’ultima lettura di grido che mi ha appassionata: la biografia non autorizzata di Jennifer Aniston.

Il libro, Jennifer di Sean Smith, è molto più interessante di quanto si potrebbe pensare, perché non si concentra come altre letture simili (tipo la biografia non autorizzata di Kate Moss – non me ne faccio sfuggire una), solo su pettegolezzi cattivi e scheletri nell’armadio. Al contrario, è una finestra interessante sul mondo delle puntate pilota, dei provini e dei telefilm. Faticosissimo fare gli attori in America. Mai pensato il contrario, ma sapete che c’è una stagione dell’anno, intorno a marzo, dove si riuniscono produttori e case di produzioni, per valutare le puntate pilota di possibili serie televisive? E che attori in cerca di gloria, fanno i provini e se scelti, recitano per questi pilota? E che se sono fortunati e l’idea pilota del telefilm piace, passano ad una seconda fase, ma anche così non è detto che saranno loro gli attori protagonisti della serie? Quella dell’attore, una vita fatta di provini e rifiuti.

Ma che c’entra con i capelli? Niente. Era solo una notizia curiosa. Però la Aniston c’entra con i capelli. Perché lei rientra nella categoria di quelle attrici, il cui nome rimarrà legato (anche), alla pettinatura. Potere ai capelli, potere dei capelli.

Al primo posto della classifica dei 10 tagli top della storia moderna c’è infatti…

  • Jennifer Aniston e il taglio Rachel. Nome derivato dal personaggio interpretato dall’attrice in Friends. Una sorta casuale di caschetto scalato. Si legge nel libro che la Aniston ha caldamente odiato la pettinatura. Sia per ragioni di gusto personale, sia perché ha temuto di diventare famosa più per il taglio di capelli che per le sue doti recitative
  • Farrah Fawcett e la testa leonina la segue al secondo posto. Pensavo che il suo taglio fosse quello più popolare, invece sembra che quello della Aniston abbia avuto più seguito. Forse perché il taglio Fawcett, è più difficile da riprodurre senza quella qualità di capello.
  • Lady Diana e i il taglio senza stile si ferma al terzo posto. Posso giustificare il successo di un taglio così brutto solo attribuendolo all’effetto principessa, che a quanto pare non può avere capelli lunghi. Il dramma di Kate (Middleton), inizierà dai capelli?

Da questo momento in poi la classifica prende una piega personale, secondo quello che mi è venuto in mente (mentre dei primi tre tagli, è storia “provata”).

  • Jean Seberg e il taglio corto un po’ alla maschietta. Benché frutto di impressioni personali, sono sicura che abbia influenzato molto una certa generazione
  • Sinead O’Connor e la testa rasata a zero, effetto prigionia. Non sono sicura se tornerà mai di moda, fa venire i brividi
  • Caterina Caselli e il casco d’oro taglio Vergottini. Questa è storia italiana negli anni inglesi di caschetti geometrici di Vidal Sassoon, di Mary Quant e dei Beatles
  • Louise Brooks e il caschetto nero con frangia. Prima di lei, nessuna
  • Veronica Lake e i capelli Peek-a-boo bang. Ovvero onda effetto coprente su metà volto, per donare mistero, ad un personaggio di cinema noir. Scomodossima
  • Rita Hayworth e l’effetto rosso da donna fatale
  • Visto che tanto si tratta sempre di storie di cinema, anche quelle animate (pellicola e carta), possono rientrare. E quindi Marge Simpson e i suoi capelli blu. Più che imitabili, inimitabili. Jessica Rabbit e i suoi capelli rossi interpretazione animata di quelli reali della Rita Hayworth. Valentina e il nero corvino alla Louise Brooks

Rimane il vuoto degli anni ’00. Non mi viene in mente un taglio, una pettinatura, che celebri il decennio e che abbia visto fiumi di donne irrompere nei saloni di bellezza, con la fotografia della star di turno da ricopiare, in mano. Ci ha provato Kate Moss con la frangia, ma mi sembra con scarsi risultati. Forse, il lungo periodo di stagnazione, ha prodotto tante celebrity ma zero vere star?

Advertisements

2 commenti

Archiviato in Le classifiche de La Gazza

2 risposte a “I 10 tagli di capelli top della storia moderna

  1. Aggiungerei la mitica Audrey!

    • Audrey la vedo come icona di stile la cui immagine rimarrà per me sempre legata al tubino nero, ma i capelli non sono la prima cosa che mi viene in mente pensando a lei. Magari all’epoca tutte le donne avranno imitato il suo taglio!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...