Il packaging lussuoso di Miu Miu, si o no?

Packaging Miu Miu 2010

Packaging Miu Miu 2010

Sono caduta vittima del nuovo, e ho fatto visita al da poco inaugurato shop di Miu Miu nella lussuosa New Bond Street.

Due piani (disegnati da Roberto Baciocchi), che sanno ancora di vernice, lucidi e caldissimi. Troppo. Dopo un po’ si ha voglia di scappare, anche perché si entra piuttosto coperti, vista la stagione in corso. Che sia voluto, così da incentivare i clienti verso l’uscita ed evitare l’intasamento? L’avevo detto che Miu Miu mi sembra in crescita, la quasi folla lo conferma. Tutte pazze per le borse, un po’ meno per il resto (gli abitini e i cappottini e i foulardini sono proprio bellini, ma ini ini, e quindi non adatti a tutte).

Così come confermo il gusto tendenzialmente kitsch.

Packaging Miu Miu 2010

Packaging Miu Miu 2010

Ma, il packaging è favoloso. Curato, rosa antico, quasi sofisticato. Una profusione di carta e nastri e cataloghi. Bello ma anche troppo. E’ vero che è marketing, 3 cataloghi che si sfogliano velocemente mi sembrano però eccessivi. O invece è così che va fatto? Autoreferenziale o è pensato per il pubblico? Perché è anche quello che mi ha fatta trillare, entusiasta nel vedere tanta merce in un pacchetto. Perché però, è anche quello che mi ha fatta ammutolire, quando ho visto che si trattava solo di pubblicità. Speravo che la rivista contenesse qualcosa di più interessante.

Packaging Miu Miu 2010

Packaging Miu Miu 2010

Il lusso è strano. Grandi spazi, cura dei dettagli, lucidatura caramellosa, tanto personale, immagine giovane e snella e veloce, tutto stilè e poi ti chiedi quanto vengano pagati i commessi di questo luxury, i cui sguardi sono persi nel vuoto e la cui permanenza cambia con una frequenza impressionante. Una volta le persone restavano. Oggi vanno e vengono. Come l’imballaggio. Bello, bellissimo, che mi ha illuminato la vista che però mi si è subito spenta. E la carta è finita accartocciata.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Chiacchiere di moda

2 risposte a “Il packaging lussuoso di Miu Miu, si o no?

  1. Patty

    Contro inutili cataloghi (soprattutto quelli “artistici” in cui non si riesce a capire un tubo di quello che è fotografato) e gadget che aumentano spreco e inquinamento.
    Tanto una volta sfogliati finiscono tutti al riciclo, almeno a casa mia.

  2. Mi piange il cuore buttarli, anche se nel cesto del riciclo, quindi per ora li ho messi via in libreria, ma so che alla prossima grande pulizia o spostamento, li getterò via, chiedendomi perché li ho conservati per così tanto tempo. Non ci sono neanche i prezzi, che almeno aiuterebbero a capire se l’oggetto può andare bene o no. Lo so, non è una cosa “sofisticata” e la praticità non sembra conciliarsi con il lusso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...