Dai tappi di plastica agli elastici di gomma, i gioielli Globalcoolo

Creazioni Globalcoolo di Patrizia Iacino

Il lusso si può nascondere dietro ai materiali più inusuali, come quelli che utilizza per i suoi gioielli Patrizia Iacino, designer italiana residente a New York. Sotto il nome di Globalcoolo, la Iacino crea collane, anelli, orecchini, bracciali con elastici di gomma, tappi di plastica delle bottiglie del latte e altro materiali di scarto giornaliero, fondendoli con argento, perle, pietre dure.

Il nome non è nuovo perché ne hanno parlato l’anno passato diversi blogger e varie riviste, tra cui Time Out di New York, ma non le avevo dedicato spazio su questo blog.

Non è solo il materiale che colpisce ma il risultato finale che è veramente fantastico. Gli anelli della collezione SAL sono la cosa più interessante per me, sia per la forma, sia per la materia, sia per la storia di origine. Su Etsy oltre ai pezzi, trovate questa storia. Anche qui ci sono dei ritorni (al di là del tema caldo del riciclo), non infrequenti nel mondo del gioiello: una designer italiana che ha scelto di abitare all’estero, un’altra creativa laureata in architettura. Mi sto creando una mappa mentale su questi ritorni.

Creazioni Globalcoolo di Patrizia Iacino

Creazioni Globalcoolo di Patrizia Iacino

Annunci

1 Commento

Archiviato in Anelli, Collane, Gioielli Donna Eco

Una risposta a “Dai tappi di plastica agli elastici di gomma, i gioielli Globalcoolo

  1. Grazie tante per aver pubblicato le mie creazioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...